Alessio Luffarelli - Sito Web
Sei qui: TI-89 / Programmare la TI89
Programmare la TI-89.

Programmare la TI89 è abbastanza semplice e può essere fatto sia attraverso la calcolatrice stessa, sia attraverso il PC.

Per scrivere codice direttamente dalla calcolatrice è sufficiente aprire il Program Editor dal menù [APPS] e scegliere la voce New. Si aprirà una finestra in cui si dovrà scegliere che tipo di file si intende creare (se programma o funzione), la cartella in cui salvare il file e il nome di tale file. Il linguaggio di programmazione da utilizzare in questo caso è il linguaggio Basic della calcolatrice.

Se per esempio volete creare una funzione che esegue il prodotto tra due numeri, seguite i passi appena descritti per creare una nuova funzione nella cartella main e chiamatela myfunc. Al suo interno scrivete:

myfunc(a,b)
Func
Return a*b
EndFunc

Se ora scrivete nella riga di comando:

myfunc(5,4)

otterrete come risultato.... 20!!!!

La differenza tra programma e funzione è abbastanza sottile. Con le funzioni è possibile far comparire il risultato direttamente nella HOME (la schermata dove si eseguono le operazioni matematiche), e in questo modo utilizzarlo direttamente per nuove espressioni; con i programmi invece l'output sarà visualizzato nel ProgramIO ([F5]), oppure tramite finestre flottanti.

La potenza di scrivere codice nel Basic della calcolatrice, è la possibilità di poter utilizzare l'enorme e completa libreria matematica che la Ti89 integra nel proprio sistema operativo. Il manuale della calcolatrice in questo caso è un ottimo riferimento. Uno svantaggio invece è lentezza di esecuzione, in quanto il codice viene interpretato, e non compilato.

Se scrivere il codice direttamente dalla calcolatrice vi sembra scomodo (in effetti lo è), potete usare alcuni programmi per PC, come il Ti-Graph Link, fornito con la calcolatrice, oppure il programma Ti-Edit (www.tiedit.tk). Quest'ultimo è attualmente ancora in fase di sviluppo e alla versione attuale (0.3) risulta essere ancora piuttosto instabile. Una volta finito di scrivere il vostro codice, è sufficiente salvarlo ed inserirlo nella calcolatrice tramite il cavo seriale della TI-89 o quello USB della TI89 Titanium. Il programma da voi creato è quindi pronto per essere eseguito... a meno di errori, ovviamnente.

Ribadisco che per questo tipo di programmazione (Basic), potete fare riferimento al manuale ufficiale della calcolatrice, in quanto vi è una breve guida sul linguaggio e, sopratutto, le descrizione completa di ogni funzione che la libreria matematica mette a disposizione.

Un altro modo di programmare la calcoltrice è quello di scrivere programmi in C o in Assembler e compilarli con un apposito compilatore. In questo modo si creano esguibili estremamente efficienti sul piano delle prestazioni. Il miglior compilatore per questo scopo è TIGCC (http://tigcc.ticalc.org/) che va installato sul PC e che compila sorgenti scritti in C e in assembler. E' abbastanza semplice da utilizzare, specialmente per chi conosce già la programmazione in C. Inoltre è un progetto open source, cosa sempre molto gradita, ed è accompagnato da un discreto IDE.

Quando scrivete programmi in uno qualsiasi di questi due modi appena descritti (Basic interpretato o C compilato), può tornarvi comodo un emulatore per la TI-89. Infatti con un emulatore potrete testare i vostri programmi direttamente dal computer, senza cioè caricare ogni volta il vostro file sulla calcolatrice. Cercando su Google la frase "emulatore per la TI-89", troverete molti emulatori. Mentre sto scrivendo queste righe, ancora nessun emulatore è veramente perfetto, per cui provatene alcuni e utilizzate quello che più vi soddisfa. I migliori attualmente sono Virtual TI e Tilp.

Un altro modo di programmare la TI-89, in verità abbastanza complesso, è quello di scrivere applicazioni FLASH. Un ambiente di sviluppo per questo scopo è TiStudio, della stessa Texas Instruments.

(C) Alessio Luffarelli